16.06.2017 L. Elettorale, Capelli: deciderà se Campo Progressista alternativo Pd

Roma, 16 giu. – “Campo Progressista non puo’ guardare ad alleanze con forze politiche di destra, ne’ con movimenti populisti e antieuropeisti. E questa e’ una prima differenza con il Pd di Renzi, oltre che con la sinistra estrema”. Lo dichiara in una nota l’onorevole Roberto CAPELLI di Centro Democratico, che sta lavorando con Giuliano Pisapia alla costruzione di Campo Progressista. “La seconda differenza e’ che Campo Progressista e’ impostato sul “noi”, mentre il Pd esprime solo la sintesi del “pensiero” renziano. Per cui se si votera’ col proporzionale Campo Progressista sara’ completamente alternativo al Pd, stara’ nel centrosinistra e si opporra’ in maniera forte sia al centrodestra che a M5S. Se invece si votasse col maggioritario con premio di maggioranza alla coalizione, e’ chiaro che servira’ un accordo di coalizione e di governo con le altre forze di centrosinistra, ma ci vorranno primarie di coalizione per scegliere il candidato premier. In questo caso Campo progressista sara’ competitivo col Pd, avra’ un suo candidato e una sua piattaforma programmatica e di priorita’ per il Paese. Se, invece, il premio andasse alla lista conclude CAPELLI – saremo alternativi a tutti, per dare una prospettiva di governo di centrosinistra all’Italia”.